Maratona di New York

NOME GARA: Maratona di New York

LUOGO: New York

DATA: 04 Novembre 2018

SITO INTERNE: www.tcsnycmarathon.org

DISTANZA: km. 42,195

DESCRIZIONE MARATONA: Il 4 Novembre 2018 si correrà la 48° Maratona di New York alla quale parteciperanno oltre 52.000 maratoneti provenienti da ogni parte del globo e che verranno incitati da 2 milioni di spettatori distribuiti lungo il percorso.

La prima edizione della maratona si svolse all’interno di Central Park nel 1970 e dal 1976, il comitato organizzatore “New York road Runners”, decise di cambiare il percorso toccando i 5 distretti di New York: Staten Island, Brooklyn, Queens, Bronx e Manhattan, per giungere al traguardo in Central Park.

Il fatto che la maratona di New York sia la maratona più famosa al mondo e forse anche la più bella, è dovuto a diversi fattori. Anche io in principio, come molti, ero scettico verso questa maratona: troppo pubblicizzata, troppo famosa, troppo chiacchierata. Dopo averla corsa però mi sono dovuto ricredere ed ammetto che tutto quello che si dice di questa maratona è decisamente corretto.

Partendo dal presupposto che il percorso non sia niente di eccezionale nel confrontarlo magari con il passaggio davanti al Colosseo o sul Ponte Vecchio, la maratona comincia nel momento in cui si esce dall’aeroporto. I giorni infatti immediatamente precedenti alla maratona, Manhattan è totalmente invasa da podisti di ogni età e razza che corrono a qualunque ora. I newyorkesi, solitamente antipatici e scortesi, portano un rispetto verso noi runners che non si trova in altre parti del mondo. La città si trasforma completamente per prepararsi a vivere la festa dell’anno perché per loro è proprio una festa vera e propria. Da qua si capisce il fatto che lungo il percorso due milioni di persone facciano un tifo assordante dal primo all’ultimo concorrente con qualsiasi condizione meteo.

E’ quindi una maratona che almeno una volta nella vita dovrebbe essere corsa così come visitare New York che può piacere o no ma comunque è talmente particolare che non può non essere visitata.

CARATTERISTICHE DEL PERCORSO: La Maratona ha un percorso in linea e quindi partenza da Staten Island per arrivare all’interno di Central Park.

Non è una maratona facilissima per una serie di fattori:

Il meteo che potrebbe essere avverso e quindi freddo, vento, pioggia etc.

La complicatissima organizzazione costringe il runner ad una sveglia intorno alle 4 di mattina per iniziare magari a correre alle 11 e questo perché il trasferimento a Staten Island è lungo, i controlli di sicurezza sono ovviamente molto stringenti e tante sono le ondate di partenza (n. 4 a partire dalle 9.50 fino alle 11.00) e griglie di partenza. Per contro il grande piazzale proprio davanti al Ponte di Verrazzano, sul fiume Hudson dove gli atleti dovranno sostare per molte ore, è ben organizzato all’interno del quale si trovano tendoni, alimenti, bevande, etc. etc.

Il fondo del percorso non è assolutamente facile con tanti tombini, avvallamenti e buche. Anche l’altimetria, sebbene prevalentemente pianeggiante, presenta alcuni tratti di salita abbastanza impegnativi, tratto finale in Central Park compreso.

In seguito ai ponti che si trovano lungo il percorso e alle salite della 1st Avenue e del Central Park, il dislivello verticale da superare ammonta a 253 metri, ed il tempo che si perde durante la corsa in salita purtroppo non si recupera nella successiva discesa.

La partenza è di quelle indimenticabili, unica ovviamente nel suo genere. Consiglio di cercare di partire tra i primi della propria onda perché riuscire a trovarsi tra i primi con l’inno americano cantato live a pochi metri, il colpo di cannone ed i primi km sul ponte (sperando che vi troviate sulla parte superiore e non inferiore) sono indimenticabili.

Dopo il silenzio assoluto del ponte dalle arcate gigantesche (i primi km. del ponte sono subito in salita ed i restanti sono in discesa) ci si rende conto del tifo che si troverà per i restanti km. Superato il Ponte di Verrazzano, il percorso prosegue fino a Brooklyn e poi nel distretto del Queens per raggiungere il Queensborough Bridge, altro ponte molto impegnativo e dopo il quale inizia la lunghissima First Avenue per entrare all’interno del Bronx e poi in Harlem. Dopo Harlem, attraverso la Fifth Avenue, si corre in direzione centro Manhattan fino all’interno di Central Park dove le salite e le discese potranno fare la differenza su una buona o pessima prestazione.

L’organizzazione della maratona è tipica americana e quindi di livello altissimo. I ristori saranno sia sul lato destro che sinistro a partire dal 3° miglio e ogni 3 km. circa dove si potrà trovare tutto ciò che occorre.

Le 130 band distribuite lungo il percorso renderanno l’atmosfera ancora più piacevole.

Al termine della maratona, i podisti che avranno scelto l’opzione “no baggage” (consigliatissimo), faranno un percorso breve per uscire ed ai quali verrà dato un caldissimo poncho. Coloro invece che dovranno ritirare la propria borsa, dovranno camminare per diversi km. prima di potersi cambiare.

LOGISTICA GARA: Il ritiro del pettorale si potrà effettuare dal giovedì a sabato all’interno dell’enorme area destinata all’Expo a Manhattan.

Per partecipare alla maratona ci sono tre strade: La prima è cercare di vincere la lotteria iscrivendosi al sito nei tempi richiesti dall’organizzazione (per l’edizione 2018 questa possibilità è scaduta a febbraio 2018) e pagando una piccola tassa che non verrà rimborsata in caso di non vincita (molto probabile). La seconda è quella di iscriversi alla gara attraverso una delle tantissime fondazioni di beneficienza (charities) e la terza possibilità è quella di appoggiarsi ad un tour operator autorizzato che potrà garantire e seguire il runner in tutto dal pettorale garantito al volo e all’alloggio. In questo caso il costo del pettorale sarà intorno ai 450 €.

Una ultima strada è quella di iscriversi con i tempi di qualifica effettuati nel 2017 con pettorale garantito e solo su alcune gare corse del territorio americano oppure non garantiti ed in lista di attesa per gare in altri territori e comunque il tutto secondo questa tabella:

Men’s Standards:

Age** Marathon Half-marathon
18-34 2:53:00 1:21:00
35-39 2:55:00 1:23:00
40-44 2:58:00 1:25:00
45-49 3:05:00 1:28:00
50-54 3:14:00 1:32:00
55-59 3:23:00 1:36:00
60-64 3:34:00 1:41:00
65-69 3:45:00 1:46:00
70-74 4:10:00 1:57:00
75-79 4:30:00 2:07:00
80+ 4:55:00 2:15:00

 

Women’s Standards:

Age** Marathon Half-marathon
18-34 3:13:00 1:32:00
35-39 3:15:00 1:34:00
40-44 3:26:00 1:37:00
45-49 3:38:00 1:42:00
50-54 3:51:00 1:49:00
55-59 4:10:00 1:54:00
60-64 4:27:00 2:02:00
65-69 4:50:00 2:12:00
70-74 5:30:00 2:27:00
75-79 6:00:00 2:40:00
80+ 6:35:00 2:50:00

PERCORSO 




Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*